Berlusconi ricoverato, Alba Parietti: "Mi ha rassicurato sulle sue condizioni, mi ha commossa"

La soubrette: "Nonostante le nostre opposte idee politiche, ci siamo sempre portati rispetto. Ce ne fossero di persone come lui"

Alba Parietti

Alba Parietti

globalist 15 gennaio 2021

Silvio Berlusconi è momentaneamente ricoverato al Centro cardio toracico del Principato di Monaco per un problema aritmologico.


Una decisione presa dal suo medico di fiducia, Alberto Zangrillo, che lo aveva visitato lunedì e notato un aggravamento.


Da Forza Italia assicurano che il Cavaliere tornerà a casa - a Valbonne, in Provenza, nella villa della primogenita Marina - tra pochi giorni, ma a diffondere informazioni sulle sue condizioni di salute è Alba Parietti, che su Instagram ha fatto sapere di averlo sentito telefonicamente: "Voglio dirvi questo perché davvero ne vado felice ed orgogliosa. Conosco quest'uomo da circa quarant'anni ho sempre lavorato per lui, non ho mai votato per lui io l'ho sempre detto, ma ci siamo sempre rispettati e il rispetto ha portato affetto. Per imparare a voler bene a qualcuno vuol dire imparare a conoscerne le qualità umane. Oggi ero ho per strada, mi arriva una telefonata mi dicono che lui sta male, davvero? Mi è dispiaciuto tantissimo e mi sono preoccupata. Chiamo amici ma non disturbo Zangrillo - si legge nel post - lo vedo al tg, sento parole molto rassicuranti. Mando a Berlusconi un messaggio di auguri e di vicinanza a un suo assistente, 10 minuti dopo come fa spesso quando lo cerchi per cose importanti (cosa che fanno in pochi), per qualsiasi motivo, mi richiama per rassicurarmi personalmente sulle sue condizioni".


Alba Parietti ha speso poi per Silvio Berlusconi parole di grande stima, nonostante le loro idee politiche siano da sempre divergenti: "È stato per tutta la vita il mio datore di lavoro, abbiamo avuto spesso divergenze su questioni politiche e opinioni, mai mi ha fatto pagare il fatto di non parteggiare per lui, sul piano politico o di avere opinioni diverse in proposito... Ma ce ne fossero tante persone come lui. Tutta la mia felicità davvero nel sentire la sua voce sicura e sapere che ci ha tenuto a rassicurarmi personalmente, come avrebbe fatto un amico. Perché , anche se abbiamo avuto spesso visioni diverse, il rispetto alla fine è quello che rende due persone amiche. Perché voler bene a qualcuno è soprattutto portargli rispetto. Mi ha commosso. E davvero io a Silvio voglio bene".