Il virus è ancora tra noi e continua a uccidere: 13.908 contagiati e 316 morti

Intanto via libera in Consiglio dei ministri al decreto legge Covid, che proroga il blocco degli spostamenti tra le Regioni, anche quelle gialle, dal 15 al 25 febbraio.

Intervento ai tempi del Covid

Intervento ai tempi del Covid

globalist 12 febbraio 2021
Sono 13.908 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 12 febbraio, secondo i dati del bollettino della Protezione Civile pubblicato dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 316 morti, che portano il totale a 93.045 dall'emergenza legata all'epidemia di covid-19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 305.619 tamponi, con un indice positività al 4,55%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.095, con un calo di 31 unità.
Le zone: Zona arancione per Toscana, Liguria, Abruzzo e provincia di Trento. Sono queste le regioni che a partire da domenica 14 febbraio cambieranno fascia di rischio Covid. La Sicilia, invece, torna in zona gialla da lunedì 15.
L'indice Rt nazionale è salito a 0,95.
 Il dato emerge dal monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute. La scorsa settimana l'indice era a 0,84. Il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro mette in guardia dalla variante inglese, che "in 5-6 settimane potrebbe sostituire il virus ora in circolazione". E avverte che "la popolazione più giovane sta contraendo l'infezione ed è un fenomeno che stiamo analizzando".
Intanto via libera in Consiglio dei ministri al decreto legge Covid, che proroga il blocco degli spostamenti tra le Regioni
, anche quelle gialle, dal 15 al 25 febbraio. Da domenica passano in arancione Abruzzo, Liguria, Toscana e la Provincia di Trento. Sempre più diffusa la variante inglese: nel nostro Paese l'ha contratta circa un positivo su cinque. E l'Alto Adige inasprisce il lockdown proprio per frenare le varianti. Allarme della Commissione Ue sui falsi vaccini, che potrebbero essere offerti sul mercato nero.