Bonelli (Verdi): "La Lega pro-trivelle in tutti i dicasteri ecologici, è un pessimo segnale"

Il coordinatore dei Verdi fa notare che i sottosegretari della Lega sono tutti pro-trivelle e pro-Stretto di Messina, mentre la sinistra ha lasciato i dicasteri ecologici in mano alla destra

Angelo Bonelli

Angelo Bonelli

globalist 25 febbraio 2021
Il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli ha fatto notare che tra le nomine dei sottosegretari, i nomi della Lega "si sono sempre dichiarati a favore del Ponte sullo Stretto di Messina e del prosieguo delle trivellazioni per il petrolio, e ora sono nei posti chiave dei ministeri delle Infrastrutture e della Transizione ecologica e questo ci preoccupa molto. Al contrario, la sinistra, dal Pd a Leu, che tanto parla di ecologia, rinuncia a presidiare quei dicasteri strategici dando un pessimo segnale ovvero che l'ecologia sia solo uno strumento da agitare nei dibattiti televisivi".
"Ora attendiamo di vedere quale sarà la proposta del governo sul Recovery Fund e se il dibattito sulla transizione ecologica sia stato sincero oppure solo un'operazione di comunicazione. L'Italia - conclude Bonelli - ha bisogno di forti investimenti nel trasporto pubblico, di politica energetica rinnovabile e di più sanità pubblica per creare lavoro e uscire dalla crisi economica e sociale".