Seimila medicinali cinesi venduti come anti-Covid stoccati in Toscana: denunciato un 50enne

Le indagini del Nas di Torino hanno scoperto il giro gestite da un uomo cinese all’interno di una rivendita al dettaglio di generi alimentari

Medicinali cinesi

Medicinali cinesi

globalist 7 aprile 2021

Occorre sempre fare attenzione a chi ci affidiamo per combattere il virus: fortunatamente oltre seimila medicinali di origine cinese, tra cui farmaci venduti come anti Covid, sono stati sequestrati dai carabinieri del Nas di Torino, in quanto prive di autorizzazioni da parte dell’Ema e dell’Aifa. 

Le indagini erano partite lo scorso gennaio a seguito della scoperta, nel centro del capoluogo piemontese, di alcune decine di confezioni di medicinali cinesi all’interno di una rivendita al dettaglio di generi alimentari.

I medicinali, poi, venivano stoccati in una rivendita all’ingrosso con sedi tra Prato e la provincia di Firenze, di proprietà di un 50enne cinese, ora denunciato.