Caro Pd a Salerno hai sbagliato: dovevi dire no alla famiglia De Luca

Un presidente di Regione non può decidere un assessorato per il figlio nella città di famiglia e l'ingresso in Parlamento per l'altro figlio.

De Luca e i figli

De Luca e i figli

Onofrio Dispenza 22 febbraio 2018

No, proprio no, a proposito dell'affaire De Luca, mi sia consentito dire poche, decise cose. Io mittente, destinatario il Pd. Mi sia consentito dire che un presidente di Regione non può decidere un assessorato per il figlio nella città di famiglia e l'ingresso in Parlamento per l'altro figlio.
Non è normale, è patologia della politica.
Non posso credere che a Salerno non ci sia stato un altro giovane capace di occuparsi di bilancio a Salerno e che in città e dintorni non si potesse individuare una ragazza meritevole di rappresentare le attese dei giovani campani in Parlamento. Se poi accade quel che è accaduto - senza entrare nel merito e senza crucifiggere Fanpage - una vizio d'origine c'era, si vede, era evitabile ed eticamente discutibile, prevedibilmente suicida. Bastava evitare che tutto accadesse, ci voleva una media ragionevolezza. A meno che, non si poteva dire di no. Ma questa sarebbe un'altra storia.