Rossi (LeU): "Questo governo è di estrema destra a matrice Salvini"

Il governatore della Toscana: "sta nascendo un esecutivo che somiglia molto a quelli dei paesi di Visegrad con pulsioni fascistiche e razzistiche"

Enrico Rossi

Enrico Rossi

globalist 1 giugno 2018

"Il governo Lega-M5s? Sta nascendo un governo di estrema destra, con Salvini che ne ha dato la matrice e il contorno politico". Questo il giudizio di Enrico Rossi, presidente della regione Toscana ed esponente di LeU.
"Sarà un esecutivo - ha detto Rossi a Rainews24 - euroscettico, con un programma dove non si parla di diritti civili e dove si è promesso tanto ma senza dire dove saranno trovati soldi e risorse".
"Salvini è un lepenista - ha aggiunto il presidente della Toscana - e forma un governo che somiglia molto a quelli dei paesi di Visegrad: ha pulsioni fascistiche e razzistiche, non voglio dire che è fascista e razzista".
"Mi preoccupa che ci sia un legame con Putin - ha sottolineato Rossi a proposito della maggioranza di governo - e che la destra estrema americana, penso a Steve Bannon, guardi con interesse a questa esperienza. E' come se l'Europa si trovasse stretta in una morsa e questo governo desse una mano a chi vuole ridurla, a chi vuole darle ruolo un meno forte".
Rossi ha poi parlato del ruolo della sinistra e dell'opposizione. "Bisogna costruire un'alternativa - ha detto l'esponente di LeU - e sfidare il governo Conte sulle questioni sociali. Ma è necessario anche costruire un nuovo centrosinistra, con al suo interno un partito socialista, che difenda gli interessi del lavoro, dei ceti popolari e si candidi alla guida del Paese".