Ulivieri: la sinistra è crollata perché ha smesso di fare la sinistra

L'allenatore parla del crollo del Pd: sono aumentate le diseguaglianze, la gente l'ha visto e quello che è accaduto era anunciato

Renzo Ulivieri ad una iniziativa di Potere al Popolo

Renzo Ulivieri ad una iniziativa di Potere al Popolo

globalist 26 giugno 2018

La sua analisi non è diversa da quella di tanti osservatori da vicino del fenomeno e di quelli che dicono quelli di sinistra che (a nostro giudizio sbagliando) hanno votato 5 stelle.

Del resto lui, Ulivieri,non ha mai nascosto la sua passione per il rosso:
“Il crollo totale del Pd alle amministrative, soprattutto in Toscana, era un passaggio annunciato, e direi ovvio, perché da tempo la sinistra ha smesso di fare la sinistra".
Lo ha detto il presidente dell'associazione Allenatori italiani Renzo Ulivieri a Firenze parlando con i cronisti. "E una volta smessa di fare la sinistra - ha aggiunto Ulivieri - poi é chiaro che se vai a fare altri mestieri ci sono già quelli che li fanno meglio di te...".
Nel declino del centrosinistra, ha detto ancora, "Matteo Renzi ha senz'altro delle colpe. Ma quello che é successo é, in definitiva, la conseguenza dell'aver abbandonato l'idea dell'uguaglianza che é il cardine della sinistra". "
Che in quattro anni di governi di centrosinistra sono aumentate le disuguaglianze - ha concluso - lo ha visto Renzo Ulivieri ma anche tante altre persone. Si é capito bene a questa ultima tornata elettorale".