Fontana, la comunità ebraica: basta strizzare l'occhio ai fascisti

Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma replica al ministro che vorrebbe abrogare la Legge Mancino

La Sinagoga di Roma

La Sinagoga di Roma

globalist 3 agosto 2018

"La legge Mancino è uno strumento necessario per combattere i rigurgiti di fascismo e antisemitismo. Grazie alla normativa vigente è  stato possibile per la magistratura individuare e colpire i gruppi neonazisti che progettavano azioni antisemite come avvenuto per Militia e per Stormfront i cui protagonisti, che progettavano anche di colpire fisicamente membri della Comunità Ebraica, sono stati arrestati e condannati in virtù di questa legge. Se si accetta l'incarico di Ministro della Repubblica di questo Paese lo si deve fare coscienti della storia e della responsabilitaà evitando boutade e provocazioni stupide. Sopratutto a ottant'anni dalla promulgazione delle Leggi Razziali sarebbe bene comprendere come combattere le discriminazioni invece che strizzare continuamente l'occhio ai neofascismi". Lo afferma in una nota Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma.