Migranti, Zingaretti boccia Salvini: "Orban è contro gli interessi dell'Italia, il ministro li difenda"

Il presidente della Regione Lazio: "due nazionalisti non potranno mai fare squadra se non per distruggere e rendere tutti, italiani e ungheresi, più deboli"

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

globalist 28 agosto 2018

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, del Pd, attacca il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il premier ungherese Viktor Orban a poche ore dall'incontro in programma tra i due a Milano. Al centro delle critiche la politica anti immigrati e xenofoba dell'Ungheria vista come un modello dalla Lega di Salvini.

"L'Ungheria - ha scritto Zingaretti su Facebook - riceve 4,5 miliardi dall'Unione Europea. Quasi 5 volte in più di quelli che versa, che sono circa 900 milioni. Quindi una parte dei soldi che arrivano agli ungheresi escono dalle tasche degli Italiani. Oggi l'unica cosa seria che Salvini potrebbe chiedere a Orban è un riequilibrio dei versamenti e dei flussi che riceve".
"Ma non lo farà mai - ha aggiunto l'esponente Pd - perché Orban direbbe di no come ha fatto sugli immigrati. Ennesima conferma: due nazionalisti non potranno mai fare squadra se non per distruggere e rendere tutti, Italiani e Ungheresi più deboli".
"Ennesima conferma - ha concluso Zingaretti - che dietro la demagogia 'sovranista' si nasconde la vendita della sovranità alle potenze mondiali. Trump e Putin possono brindare, gli Italiani preoccuparsi. Noi difendiamo gli Italiani, altri i loro interessi. Orban è contro gli interessi italiani. Salvini li difenda".