Letta: "Salvini ha vinto spaventando gli italiani su una invasione che non c'è..."

L'ex premier ospite a Dimartedì: "la vera migrazione sono i ragazzi che vanno via dall'Italia, non quella raccontata da Salvini"

Enrico Letta

Enrico Letta

globalist 28 maggio 2019
L'ex premier Enrico Letta, questa sera ospite a Di Martedì su La7, invita a non sottovalutare ciò che è accaduto alle elezioni per i cinque stelle: "la gente li aveva votati per una politica più pulita. Tutto questo si è interrotto su un caso emblematico, la Diciotti, dove si sono mangiati tutta la credibilità costruita in questi anni. Da quel momento il M5s ha perso la sua verginità". 
Riguardo all'opposizione, Letta non ha dubbi: non solo per l'ex premier la migliore alternativa al governo leghista è il Pd di Zingaretti, che definisce "la persona giusta, paziente, molto perbene, capaci di unire con un sorriso, l'esatto opposto di quello sguardo truce che racconta l'Italia cattiva di Matteo Salvini", ma soprattutto il Pd deve assolutamente evitare qualsiasi inciucio con i cinque stelle: "sarebbe un errore profondo" spiega Letta, "il Pd deve essere molto netto, continuare sulla sua strada. Semmai, c'è da riflettere su come allargare questo sforzo unitario. Intorno al Pd ci sono stati molti voti che non hanno avuto rappresentanza e c'è molta gente che non è andata a votare. A quelle persone bisogna parlare".
Sempre riguardo Salvini, Letta ha detto la sua anche sul tema della migrazione: "il problema on è quello che ha raccontato Salvini, ma quello dei giovani italiani, a decine di migliaia, che se ne vanno dall'Italia. E' quella la vera crisi migratoria, invece di raccontare agli italiani un'invasione che non c'è e fare di tutto per spaventare gli italiani perché poi possano votarti".
"Il tema fondamentale del futuro è l'ambiente, la sostenibilità. Deve essere questa la grande battaglia ed è evidente a tutti che, come a Trump, a Salvini dell'ambiente non gliene frega assolutamente una mazza" ha concluso Letta.