Ora Salvini se la prende col Rettore della Sapienza

"La responsabilità di questa morte - aggiunge - è anche di chi permette queste illegalità da troppo tempo, tra occupazioni di aule e feste non autorizzate con uso e abuso di alcolici e altre sostanze".

Salvini

Salvini

globalist 24 giugno 2019
 "Perché il Rettore della Sapienza tollera l'illegalità e non fa nulla?". Se lo chiede il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, commentando la morte del ragazzo che stava tentando di scavalcare il cancello dell'università di Roma per partecipare ad un party illegale. "La responsabilità di questa morte - aggiunge - è anche di chi permette queste illegalità da troppo tempo, tra occupazioni di aule e feste non autorizzate con uso e abuso di alcolici e altre sostanze".
L'accaduto. Un 26enne si è reciso l'arteria femorale scavalcando un cancello per entrare ad un rave party organizzato all'università La Sapienza di Roma ed è morto. Il giovane, Francesco Ginese, originario di Foggia ma residente nella Capitale, era stato operato d'urgenza al Policlinico Umberto I, ma le sue condizioni erano parse immediatamente molto gravi.
Dopo l'incidente, come riporta Il Messaggero, il rave non è stato interrotto e i partecipanti hanno continuato a ballare per tutta la notte.
Nelle stesse ore, i famigliari di Francesco Ginese, appresa la notizia a Foggia della gravità delle sue condizioni, avevano subito lanciato via Facebook messaggi per chiedere ad amici e conoscenti di recarsi a donare il sangue. Tutto inutile, il 26enne è morto dopo qualche ora di agonia.
"Francesco Ginese è salito al cielo, ci stringiamo alla famiglia in dovuta preghiera", si legge sul profilo Facebook della parrocchia Gesù e Maria di Foggia.
L'Università: "Da parte nostra ripetuti divieti e denunce"
- Dopo la tragica morte del giovane, l'Università ha commentato così la vicenda: "Rattrista grandemente che, nonostante i ripetuti moniti, divieti e denunce a evitare comportamenti non consentiti e rischiosi per l'incolumità, si sia verificato un gravissimo incidente che è costato una giovane vita".