Conte che smentice Salvini su Savoini diventa un caso politico: "Si dimetta"

Capitan Nutella si era nascosto con un 'non lo so' sull'invito fatto al suo 'sherpa' in Russia. Oggi si scopre che la richiesta è venuta D'Amico che fa parte dello staff del ministro

Cena in onore di Vladimir Putin, 2019

Cena in onore di Vladimir Putin, 2019

globalist 14 luglio 2019
Ieri un affondo e oggi il secondo. Da presidente del Pd ma soprattutto da ex presidente del Consiglio che sa bene come funzionano le cose. E quindi le chiacchiere stanno a zero. Solo (al momento) i camerieri grillini non capiscono che si è creato un vero e proprio caso politico dopo che la difesa 'scajoliana' del tutto a sua insaputa più che vacillare è crollata.
“Oggi Paolo Gentiloni ha scritto: #Savoini Palazzo Chigi smentisce #Salvini A questo punto non basta riferite in Parlamento. Chi dice falsità per coprire truffe e truffatori non può fare il ministro dell’Interno di un grande paese democratico"
Ascani (Pd): “Si deve dimettere”
 "Matteo Salvini è un mentitore seriale: avrebbe mentito addirittura in sede ufficiale, in una conferenza stampa al Viminale, negando di aver invitato lui Savoini al ricevimento di Stato per Putin la settimana scorsa a Roma. Quanto pubblicano oggi i quotidiani lo smentiscono platealmente, Savoini è stato invitato su diretta pressione dell`ufficio di Salvini, del suo collaboratore D`Amico. Ci sono le email che lo confermano, lo conferma anche Palazzo Chigi. Un ministro dell`Interno che viene sbugiardato in maniera così imbarazzante ha il dovere di dimettersi". Lo scrive su facebook la vicepresidente del Pd, Anna Ascani.
"Oggi crolla anche - prosegue Ascani - la versione del presidente del Consiglio Conte, che solo due giorni fa aveva detto di aver commissionato verifiche sulla presenza di Savoini alla cena per Putin e di aver scoperto che era lì per un 'invito automatico'. Era una balla. Savoini lo ha invitato un collaboratore dello staff del vicepremier Salvini pagato proprio dalla presidenza del Consiglio. Altro che invito automatico. L`inchiesta sui fondi russi alla Lega ha dato il via ad una girandola incredibile di balle. Qualcuno a un certo punto dovrà dire la verità".