Renzi, stoccata a Grillo: "Togliere il voto agli anziani? Meglio togliere a lui il fiasco"

Il senatore è impegnato nella seconda giornata di lavori alla Leopolda: "Il superamento di quota 100 non è contro gli anziani. Diciamo solo che 20 miliardi per 150.000 persone sono un'assurdità"

Renzi e Grillo

Renzi e Grillo

globalist 19 ottobre 2019
"Avete sentito cosa ha detto Beppe Grillo?" ha chiesto Renzi nell'ambito della seconda giornata della Leopolda, "bisogna togliere il voto agli anziani. Secondo me bisogna togliere il fiasco a Grillo, come si fa a dire una cosa del genere. L'attenzione per i figli non è contro gli anziani. Il punto vero è pensare al domani". 
Il senatore e leader di Italia Viva ha presentato, insieme al Ministro Elena Bonetti, il Family Act, ed è tornato sul superamento di quota 100, primo grande punto in cui Italia Viva è in contrapposizione con il governo: "Quando diciamo che quota 100 non va bene, non stiamo attaccando gli anziani. Stiamo dicendo che 20 miliardi messi tutti insieme per 120.000 persone per me - secondo Salvini sono 190.000 - non mi interessa il numerino, possono essere 150.000, sono un'assurdità". 
Gli 80 euro, al confronto, "valgono 10 miliardi e vanno a 10 milioni di persone. Venti miliardi a 150.000 persone è un'ingiustizia. Non abbiamo niente contro quelli di quota 100, non ho niente contro mio zio, ma quello che conta è il concetto di fondo. Solo che tutti fanno polemica e protestano, noi facciamo una proposta per. Il piano che presenta Elena Bonetti è tutto in positivo".