Kievgate, Zelensky era pronto ad accontentare Trump già a settembre

Lo rivela il New York Times: il presidente ucraino stava per fare partire le indagini su Joe Biden e su Hillary Clinton

Volymyr Zelensky

Volymyr Zelensky

globalist 7 novembre 2019
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ai primi giorni del mese di settembre era pronto ad annunciare in un'intervsta alla Cnn l'avvio delle indagini chieste a Kiev dal Presidente Donald Trump, ossia quelle sull'ex vicepresidente e candidato democratico alla Presidenza Joe Biden e suo figlio Hunter e quelle sulle presunte interferenze dell'Ucraina nelle elezioni presidenziali Usa del 2016 a favore di Hillary Clinton. 
A rivelarlo è il New York Times, che sostiene che i consiglieri convinsero Zelensky che gli aiuti militari americani e il sostegno di Trump nel conflitto con i separatisti russi erano più importanti del rischio di apparire schierati nella politica americana.