Assunzioni clientelari in Regione, Maroni condannato anche in appello

L'ex governatore Lombardo ha avuto un anno per aver favorito due ex collaboratrici

Roberto Maroni

Roberto Maroni

globalist 8 novembre 2019
Fino a quando la condanna non sarà definitiva c’è la presunzione di innocenza: certo è che i leghisti incriminati e condannati non si contano più, visto i loro metodi a volte disinvolti e non lontani dal vecchi clientelismo
L'ex governatore della Lombardia, Roberto Maroni, è stato condannato a un anno in appello (stessa condanna in primo grado) a Milano nel processo con al centro presunte pressioni per favorire due sue ex collaboratrici che lavoravano con lui quando era ministro dell'Interno. L'ex presidente della Lombardia, che figura tra i 4 imputati, in primo grado era stato condannato a 1 anno (pena sospesa) e solo per uno dei due capi di imputazione contestati.