Delrio parla di Salvini: "Lui non è fascista, ma certamente è ambiguo"

Il capogruppo Pd alla Camera sul capo della Lega: "Ha sdoganato il peggio della destra più estrema"

Saluti fascisti alla manifestazione di Meloni, Salvini e CasaPound

Saluti fascisti alla manifestazione di Meloni, Salvini e CasaPound

globalist 8 novembre 2019
Capitan Nutella era un comunista padano e adesso è un estremista di destra nazionalista.
Ha appoggiato gli indipendentisti catalani e ora è lo sponsor dei post franchisti e centralisti spagnoli di Vox.
Insomma è tutto e il contrario di tutto: ''Salvini è bravo, sa parlare al popolo. Lui non è fascista, ma certamente è ambiguo rispetto alla presa di distanza con la destra peggiore''. Lo dice il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio, a 'Accordi e Disaccordi' sul Nove.
''Oggettivamente, rispetto a noi del Pd ha un altro stile, un altro passo. Agisce come se non fosse responsabile di nulla. Quando era ministro dell'Interno, non era mai al ministero, ma sembrava che risolvesse i problemi''.
''Le persone gli credono perché crea empatia e poi perché è stato molto pompato dai media e dai social. La destra nel mondo ha trovato un suo format comunicativo ed è il problema su cui cerco di portare il mio partito: non dobbiamo andare contro la destra, ma avere la nostra cornice di ideali e di senso. Salvini ha sdoganato il peggio della destra più estrema. Lui non è fascista, ma certamente - conclude - è ambiguo rispetto alla presa di distanza con la destra peggiore''.