In Senato si sfiora la rissa, Centinaio a Pd e M5s: "Vi faccio un c**o così"

La Presidente del Senato Casellati è stata costretta a sospendere la seduta per alcuni minuti dopo il discorso di Salvini, ma al ritorno in aula i senatori della Lega hanno continuato a mostrare cartelli

Gian Marco Centinaio

Gian Marco Centinaio

globalist 2 dicembre 2019

"Io credo che non si possa dire al presidente del Consiglio in aula 'si vergogni'. Non è rispettoso. Per esprimere dissenso non c'è bisogno di offendere".
Così la Presidente del Senato Elisabetta Casellati si è rivolta a Matteo Salvini alla fine del suo discorso, al termine del quale il tafferuglio in aula è stato tale da costringere la Presidente a sospendere la seduta per alcuni minuti dietro richiesta di Andrea Marcucci, capogruppo Pd, e Loredana De Petris, capogruppo del Misto (Leu).
Ma al ritorno in aula, i senatori della Lega sono tornati a esporre i cartelli 'Conte Pinocchio'. Agli ulteriori moniti di Casellati, sono seguiti scambi di accuse tra gli esponenti leghisti e quelli della maggioranza, con l'ex ministro Gian Marco Centinaio che si è rivolto verso i banchi di M5S e Pd affermando 'ti faccio un c.... così". Quindi la decisione del presidente del Senato di sospendere la seduta.