Meloni cerca di screditare ancora le Sardine: "Sono appoggiate da Soros"

La leader di FdI:"Effettivamente mancava solo lui: lo sforzo titanico del mainstream e dei poteri finanziari per difendere l'ultima roccaforte rossa"

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

globalist 24 gennaio 2020
E' ossessionata Giorgia Meloni. Pur di screditare il movimento delle Sardine tira in ballo ancora una volta Soros. "Lo speculatore finanziario per antonomasia, George Soros, si schiera con le sardine. Effettivamente mancava solo lui: lo sforzo titanico del mainstream e dei poteri finanziari per difendere l'ultima roccaforte rossa è davvero impressionante. Se vinceremo anche in Emilia-Romagna manderemo a casa questo Governo e tutto il caravanserraglio della sinistra mondialista italiana. Forza".
Intanto arriva un chiarimento da parte di Bonaccini: Con Mattia Santori, portavoce delle Sardine, Stefano Bonaccini non ha mai parlato. Lo ha confermato il candidato per il centrosinistra in Emilia-Romagna a 'L'aria che tira' su La7, rispondendo alla domanda se per Santori possa esserci un posto in un'eventuale giunta regionale. "No, non gliel'ho proposto, non ci siamo mai sentiti. Non ho mai parlato con lui al telefono. Ci siamo rivolti messaggi attraverso i luoghi, dalle piazze". Bonaccini ha detto di apprezzare "molto quello che ha fatto, quello che dice" e "lo ringrazio - ha aggiunto - per la passione civile e per aver riportato le persone nelle piazze. Mi auguro che mi aiutino nelle urne, ma credo che a lui l'ultima cosa che gli interessi sia un posto di potere".