Salvini da vecchia politica: prende una tranvata ma finge di aver vinto

Salvini 'concede' la vittoria alla sinistra: "Lasciamo esultare per qualche giorno, perché è giusto così, Conte, Renzi, Zingaretti, Prodi, Bonaccini. Intanto la Lega è al 32%, una percentuale pazzesca

Matteo Salvini

Matteo Salvini

globalist 28 gennaio 2020
Avrà anche perso, ma non lo ammetterà mai. La parola 'sconfitta' da Salvini non è mai stata pronunciata, perché bisogna sempre negare l'evidenza: "Lasciamo esultare per qualche giorno, perché è giusto così, Conte, Renzi, Zingaretti, Prodi, Bonaccini... Gli elettori, ricordiamocelo, hanno sempre ragione. Comunque, Borgonzoni in Emilia è stata scelta da più di un milione di elettori. E la Lega ha ottenuto il 32%, una percentuale pazzesca, il doppio rispetto alle ultime europee, passando da 9 a 15 consiglieri regionali". La "nostra voglia di lavorare, quindi, ora è ancora più forte. Io, poi, sono operativo e con più energie di prima" dice Salvini, come se lui avesse concesso la vittoria in Emilia Romagna dove il Pd è primo partito e dove in soli due mesi Stefano Bonaccini ha recuperato 6 punti percentuali su Lucia Borgonzoni, facendo molto di più di quanto abbia fatto Salvini nel corso della sua asfissiante campagna elettorale.