Regionali Campania, la base M5s dice un secco no all'alleanza con il Pd

Roberto Fico: "Pensiamo a chiederci se per il Movimento un'altra strada è possibile". Ma la base non transige: "Mai con il Pd"

Roberto Fico

Roberto Fico

globalist 2 febbraio 2020
Oltre 400 attivisti del Movimento cinque stelle si sono radunati all'Hotel Ramada di Napoli per decidere sull'eventuale alleanza con il Pd per le regionali in Campania: Roberto Fico ha smentito categoricamente di aver dato indicazioni di voto per sandro Ruotolo: "Ma di che cosa parliamo? Se mi viene chiesto di smentire, vuol dire che non ci conosciamo più, anche se ho fondato il meet up di Napoli a luglio del 2005". 
Ben il 90% dei partecipanti si è espressa contro un'alleanza e il presidente della Camera ha dichiarato: "Si è detto che siamo contro il sistema, è vero nel senso che vogliamo cambiarlo, ma siamo anche parte delle istituzioni, io sono la terza carica dello Stato e il Movimento parteciperà alle nomine, a partire dalla Rai. Possiamo decidere di dimetterci tutti e di stare all'opposizione, ma sono convinto che la fotografia della Campania a giugno non sarà diversa da quello di adesso". 
"Agli Stati generali" ha proseguito Fico, "dobbiamo fare un ragionamento, dobbiamo farci delle domande ed affrontare problemi come quello della piattaforma Rousseau. Ognuno di noi ha responsabilità - ha concluso - pensiamo a chiederci se per il Movimento un'altra strada è possibile". Dagli attivisti pochi applausi e qualche voce: "abbiamo votato, nessun accordo con il Pd".