Serracchiani: "Con Italexit Salvini vuole uno stato autoritario alleato di Putin"

La vicepresidente democratica parla delle minacce di abbandonare la Ue: "L'Italia nelle mani di Salvini diventa un burattino con i fili tirati da Mosca"

Salvini e Savoini

Salvini e Savoini

globalist 16 febbraio 2020
Non è uno scherzo, anche se l’altro giorno hanno mandato Giorgetti a rassicurare tutti con una intervista.
“Salvini è sempre lo stesso inaffidabile e guai a credere che l'Italexit sia una minaccia a vuoto. È il vero obiettivo della sua politica interna ed estera, che salda assieme la creazione di uno Stato autoritario e l'alleanza con la Russia di Putin. Ed è la certezza del disastro economico. L'Italia nelle mani di Salvini diventa un burattino con i fili tirati da Mosca. O qualcuno crede che i rubli di Savoini non esistano e che il supporto per le campagne social arrivino perché Salvini è un simpaticone?".
Così Debora Serracchiani, vicepresidente del Pd, a proposito delle affermazioni del leader della Lega, Matteo Salvini sulla Ue e la possibilità che il nostro paese faccia come il Regno Unito.