Di Maio accusa: "Le speculazioni politiche sul coronavirus fanno danni enormi"

L'ex capo politico grillino si riferisce a Salvini, anche senza nominarlo. Potrebbe essere l'occasione per fare autocritica su Bibbiano

Luigi Di Maio

Luigi Di Maio

globalist 29 febbraio 2020
Magari, tra qualche tempo, potrà chiedere scusa per le strumentalizzazioni politiche che fece su Bibbiano.
Perché ora che è parte di un governo vittima di speculazioni si accorge dei danni che queste cose fanno: "Chi sta ingigantendo per speculazioni politiche sta causando un danno enorme perché all'estero veniamo percepiti come un intero paese infetto. Non lo siamo" perciò "deve finire la speculazione politica". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in un'intervista a Fanpage.it riferendosi in paricolare modo a Salvini, anche senza nominarlo.
"Sicuramente è un momento complicato per l'Italia. Stiamo affrontando l'emergenza - spiega Di Maio - l'area interessate" da coronavirus è composta da "dieci comuni in Lombardia e un comune in Veneto, gli altri casi vengono da questi due focolai: è lo 0,4% di tutto il territorio nazionale. Non voglio minimizzare però attenzione a non ingigantire".