Berlusconi prende le distanze da Salvini e Meloni: "Non dobbiamo dire no al Mes"

Il leader di Forza Italia: "Dire all'Europa 'facciamo da soli' sarebbe un errore clamoroso, il Mes ci permette di utilizzare 37 miliardi senza condizioni per sistemare la nostra sanità"

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

globalist 14 aprile 2020
Ospite a DiMartedì, Silvio Berlusconi si dissocia decisamente da Matteo Salvini e Giorgia Meloni, sostenendo che "l'errore sul Mes sarebbe clamoroso, cioè dire all'Europa 'facciamo da soli', rinunciando così ad utilizzare i 36-37 miliardi, che potremmo ottenere, senza condizioni, per sistemare il nostro Sistema sanitario nazionale. Peraltro a un tasso di interesse inferiore a quelli di mercato, con cui potremmo costruire nuovi ospedali, sistemare quelli esistenti, realizzare dipartimenti sanitari nelle carceri, investire di più nella ricerca, aumentare i posti nelle facoltà di medicina e assumere più medici e personale sanitario migliorando anche le loro condizioni salariali".
Insomma, per il leader di Forza Italia "non dobbiamo assolutamente dire di no al Mes" e così facendo si posiziona lontano dall'estrema destra che invece ha bocciato l'accordo del governo senza appelli.