Bersani difende Conte: "Non è Roosevelt, ma ha tante persone contro"

Il parlamentare di Leu ospite a 'Di Martedì', su La7: "Sanno che non possono dargli il colpo del ko, quindi, lo martellano ai fianchi tutti i giorni"

Pierluigi Bersani

Pierluigi Bersani

globalist 12 maggio 2020
Alla fine il Conte del governo giallorosso è più potabile di quello precedente quando veniva definito il ‘burattino’ sballottolato da Salvini e Di Maio.
Eppure adesso ci sono molte più critiche: “Conte? Non è Roosevelt, ma ha tante persone contro. Sanno che non possono dargli il colpo del ko, quindi, lo martellano ai fianchi tutti i giorni così al round giusto potranno trovare una soluzione. Ma fanno i conti senza l'oste: il giudizio su Conte degli italiani è di una persona che non ha seconde intenzioni. Mettiamoci l'anima in pace, finché non siamo fuori da questo pandemonio".
Lo ha detto Pierluigi Bersani a 'Di Martedì', su La7.
Secondo Bersani, "nessuno può dire che il Governo nella gestione di questa epidemia è venuto meno. Infatti i paesi ci usano come modello.