La sparata di Gasparri: "I virologi terrorizzano la gente, chiedano scusa"

"Chiedano scusa scienziati e virologi che stanno terrorizzando l'Italia. Inadeguati di fronte alle emergenze vere. Capaci di alimentare paure".

Gasparri

Gasparri

globalist 22 maggio 2020
Anche la destra italiana si lascia andare a dichiarazioni pericolose e irresponsabili. Ma questo accade in tutto il mondo dallo scoppiare della pandemia. Nei paesi a guida sovranista, dove non hanno dato retta ai virologi il numero dei morti è molto più alto. Pensiamo all'America di Trump, al Brasile di Bolsonaro, al Regno Unito di Johnson.
Dovunque la destra mostra insofferenza per la scienza perché gli affari vengono prima della vita. Ma soprattutto perché loro parlano alla pancia della gente, non alla testa.
La sparata vergognosa di oggi è di Gasparri: 
"Chiedano scusa scienziati e virologi che stanno terrorizzando l'Italia. Inadeguati di fronte alle emergenze vere. Capaci di alimentare paure". Lo dice Maurizio Gasparri, senatore e coordinatore del Dipartimento Enti Locali di Forza Italia.
"È scandalosa - sottolinea - la disinformazione che è stata fatta ai danni della Regione Umbria. Hanno ragione quei sindaci e quegli amministratori della Regione che insorgono. Nella Regione si è passati nei giorni scorsi da un paio di persone positive a 8/9 positivi. Quegli sprovveduti che guidano istituti scientifici, diffondono percentuali e quindi se da 2 si passa a 8 si 'quadruplica'. Ma un conto è dire i numeri, un conto è diffondere delle percentuali senza specificare di che cosa si parla. Si danneggia l'Umbria che è una delle regioni che meno è stata colpita dal Cinavirus. Si danneggiano l'economia e il turismo di quella terra. Chiedano scusa scienziati e virologi che stanno terrorizzando l'Italia. Inadeguati di fronte alle emergenze vere. Capaci di alimentare paure. Solidarizzo con la Regione Umbria, con i suoi amministratori e con i sindaci, a partire da quello di Todi, Ruggiano, che ha giustamente parlato chiaro. Questi sprovveduti screditano una terra che sta affrontando meglio di altre questa emergenza e che come tutta l'Italia va aiutata e sostenuta, non denigrata. Bisognerà chiedere conto e ragione a questi soggetti".