Fratoianni attacca Renzi: "Non ha votato su Open Arms solo per indebolire Conte"

Il portavoce di Sinistra Italiana: "Siamo di fronte a una manovra che ancora una volta passa sopra a questioni molto serie che riguardano una violazione molto grave avvenuta sulla Open Arms"

Nicola Fratoianni

Nicola Fratoianni

globalist 28 maggio 2020
Per Nicola Fratoianni la non partecipazione di Italia Viva al voto per l'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini per il processo Open Arms siva inscrivere in una strategia di Matteo Renzi per indebolire Conte: "Il voto in giunta è stato un voto politico e fa parte della strategia, perfino troppo chiara, di Italia Viva, di mettere costantemente sotto pressione la maggioranza e il governo e lanciare un messaggio al presidente del Consiglio Conte", osserva il portavoce di Sinistra Italiana.
"Siamo di fronte a una manovra che ancora una volta passa sopra a questioni molto serie che riguardano una violazione molto grave avvenuta in questo caso sulla Open Arms, fondata sulla propaganda leghista a danno della vita di persone vulnerabili", aggiunge. Per quanto riguarda il governo "se prima era necessario cambiare passo, di fronte agli effetti economici e sociali di questa drammatica crisi è ancora più urgente".