Di Battista: "Conte vuole diventare leader? Si iscriva al M5s e faccia il congresso"

Sugli Stati generali l'esponente M5s ha detto: "Vedremo dai risultati. Mi auguro che possano portare qualcosa di concreto perché la situazione economica e sociale è peggiore di come ci raccontano"

Alessandro Di Battista, M5s

Alessandro Di Battista, M5s

globalist 14 giugno 2020

Ha detto che non vuole destabilizzare il governo. Ma insomma... Alessandro Di Battista ha espresso la sua fiducia nei confronti di Giuseppe Conte. "Non deve temere picconature da parte del sottoscritto. Ma se vuole fare il leader del Movimento, deve iscriversi al M5s e partecipare al prossimo congresso", ha detto. Sul futuro del governo, comunque, ha aggiunto che "ci sono determinati poteri anche politici che vogliono buttarlo giù per prendere in mano i denari della ricostruzione".  


Parlando degli Stati generali in corso a Roma, l'esponente del M5s ha precisato: "Vedremo dai risultati. Mi auguro che possano portare qualcosa di concreto perché la situazione economica e sociale è peggiore di come ci raccontano"


"Governo va sostenuto, ci sono poteri che vogliono buttarlo giù" L'esecutivo, ha detto ancora Di Battista, va comunque "sostenuto. Ci sono determinati poteri anche politici che vogliono buttarlo giù per prendere in mano i denari della ricostruzione. Io voglio pungolare il M5s e far sì che si rafforzi. Le cose migliori il M5s le ha fatte nei primi sei mesi di questa legislatura e le ha potute fare perché era forte"


"Conte? Se vuole guidare il M5s si iscriva e si faccia eleggere al congresso" "Con Conte alla guida il M5s al 30%? Non sto facendo un paragone, ma vorrei ricordare i sondaggi che facevano su Monti - ha risposto -. Siamo diventando una sondaggiocrazia. Se Conte vuole guidare il M5s si deve iscrivere al M5S e al prossimo congresso, chiamiamolo così, deve farsi eleggere".  


"Crisi peggiore del 2012, temo chi cavalcherà il disagio" "La situazione economica sarà peggiore della crisi del 2012, quando Grillo era però riuscito ad incanalare la rabbia sociale. Ma cosa succederà quando finirà la cassa integrazione? A me spaventa che ci siano soggetti che possano cavalcare il disagio".