16 ottobre: Meloni si scatena contro l'islam e ignora il rastrellamento nazi-fascista del Ghetto

Quando qualcuno sostiene che Fratelli d'Italia è infarcito di nostalgici fascisti che celebrano la Marcia su Roma e amano Mussolini la capa si inalbera. Ma ogni occasione è buona per ricordarci chi sono...

Meloni e La Russa

Meloni e La Russa

globalist 16 ottobre 2020

Due tweet per cavalcare il virus islamista. La notizia di un insegnante ucciso in Francia da un musulmano perché aveva mostrato le vignette su Maometto ha meritato due tweet. Del resto si poteva far sfuggire un boccone per la sua propaganda?



E che ha scritto? “L'Europa sconvolta dalla pandemia viene colpita ancora una volta al cuore dal virus islamista: in una banlieue parigina un professore di storia è stato decapitato perché avrebbe mostrato in classe delle vignette su Maometto in un corso sulla libertà d'espressione”.
E ancora: “Assistiamo inerti difronte l'ennesima barbarie che si consuma sul suolo europeo e piangiamo un'altra vittima del fondamentalismo che dilaga in Occidente. Il nostro cordoglio e la nostra solidarietà al popolo francese”.
A scorrere all’indietro i social dell’estremista di destra si trovano attacchi a Conte, un attacco al governo per la Whirpool, anatemi contro le misure di contenimento del Covid (come tutti i nostri bolsonariani) senza una sola parola sull’aumento dei contagi, ossia la causa delle restrizioni. 
Del resto lei fino a poche settimana fa con la camerata Daniela Santanché difendeva la movida dei nababbi e il partito dei ricchi e delle discoteche che non voleva sento parlare di mascherine.



Manca qualcosa? Certo: 16 ottobre 1943 rastrellamento nazi-fascista al ghetto di Roma, ossia il dramma della deportazione degli ebrei italiani nei lager nazisti.
Una tragedia, come quella dell’Olocausto, ricordata da tantissimi. Ma non dalla nostra estremista di destra.
Impassibile o distratta quando si ricordano le vittime del nazi-fascismo e una tragedia come la Shoah. Scatenata per un caso di cronaca nera, in Francia, se su questa storia si può cavalcare un po’ di sana islamofobia, ossia fare di tutti i musulmani terroristi. Esattamente il contrario di quello che dice e predica Papa Francesco. Ma lei difende i valori cristiani. Chissà quali...


Un pensiero alle vittime del rastrellamento di Roma.