Anche l'ex renziano Delrio contro Renzi: "Dopo quello che ha fatto difficile ricucire"

Il capogruppo Pd alla Camera: "Ho provato a dirgli che la sua scelta avrebbe causato difficoltà. Poteva ritirare le ministre ma garantire l'appoggio esterno"

Graziano Delrio

Graziano Delrio

globalist 17 gennaio 2021

Molti suoi ex compagni di partito hanno provato a convincerlo nelle settimane passate che la sua decisione avrebbe portato a una crisi.


Tra loro anche Graziano Delrio, oggi capogruppo Pd alla Camera e in passato scudiero di Renzi nel suo governo, che parla della rottura con Italia Viva.


"Lo sento pochissimo ma certo, ho provato a dirgli che la sua scelta avrebbe causato una difficoltà enorme. Avrebbe potuto scegliere una modalità diversa, magari ritirando le ministre ma continuando a garantire l'appoggio esterno. Ora ricucire è molto difficile".


"Sono un medico - aggiunge Delrio - e so che le ferite profonde necessitano di tempo per guarire. E questa volta Renzi non ha provocato una sbucciatura, ma una ferita sanguinante che ha coinvolto tutto il Paese: non si liquida con un 'rimettiamoci a parlare'. Non chiudiamo a nessun parlamentare che voglia aderire a questo percorso, ma non si può adesso ricostruire la coalizione a quattro che c'era fino a pochi giorni fa".