Luca Casarini: "Nomine dei sottosegretari di bassa lega, Molteni è il falco dei decreti Salvini"

L'attivista di Mediterranea Saving Humans attacca anche la nomina al sottosegretario all'Istruzione: "L'alto profilo del governo dei migliori si è rivelato per quello che è"

L'attivista Luca Casarini

L'attivista Luca Casarini

globalist 25 febbraio 2021

L’attacco alle nomine dei sottosegretari del nuovo governo proviene da Luca Casarini, attivista di Mediterranea Saving Humans.

"Non vedo molti scattati in piedi ad applaudire, dopo che ''il governo dei migliori'' ha distribuito le poltrone che mancavano. Si sente pure il silenzio di quelli che si sono 'sacrificati per difendere tutte le grandi conquiste fin qui ottenute'. Il Manuale Cencelli ha sostituito gli scritti sull'Europa di Spinelli, e l'alto profilo si è ulteriormente svelato per quello che è, bassa lega".

"A me, non me ne vorrete, interessa egoisticamente il Ministero degli interni: c'è finito il ''falco'' dei decreti Salvini - dice parlando di Nicola Molteni al Viminale - Certo, anche il posto di sottosegretario all'Istruzione a quello che ''forni per gli immigrati'' non è niente male. È sempre più vero: la corazzata Potemkin è una cag..a pazzesca".