M5s perde altri pezzi, Dessì: "Vado via, questa non è più la mia casa"

Il senatore aveva votato contro l'esecutivo Draghi: ""sco dal Movimento 5 stelle con un enorme tristezza nel cuore ma anche con tanta rabbia"

Emanuele Dessì, senatore M5s

Emanuele Dessì, senatore M5s

globalist 25 febbraio 2021
Si stanno sfarinando, almeno in attesa della svolta moderata e liberale preannunciato da Giggino di Maio, ossia il partito del vaffanculo che da rivoluzionario diventa custode dell’esistente.
Un altro addio nelle file del M5S. Lascia il senatore Emanuele Lele Dessì, "questa non è più casa mia", si sfoga su Facebook.
"Ho sperato fino a ieri che qualcosa potesse cambiare, inutilmente - scrive - Non sono mai stato d'accordo nel dare la fiducia a questo governo ma ho voluto, con l'assenza il giorno del voto, dare un ulteriore possibilità di ripensamento, soprattutto a me stesso. Lasciare compagni di viaggio a cui voglio un mondo di bene non è facile, 15 anni di storia comune non si cancellano facilmente".
"Forse un giorno ci ritroveremo in qualche battaglia insieme, lo spero, oggi però devo andare via. Questa non è più casa mia. Esco dal Movimento 5 stelle con un enorme tristezza nel cuore ma anche con tanta rabbia. Nei prossimi giorni ci sarà modo per parlare e per vederci con chiunque abbia voglia di confrontarsi e di continuare a lottare", conclude.