Marcucci sul ddl Zan: "Aperti a modifche altrimenti il provvedimento rischia"

Il senatore dem: "Lo sottolineo: andare avanti con ostinazione con i numeri del Senato, vuol dire soltanto andare a sbattere"

Marcucci

Marcucci

globalist 9 luglio 2021
Il Pd, con la figura del senatore Andrea Marcucci, ha mostrato tutto il suo sostegno verso il disegno di legge Zan. Ma bisogna "scendere a compromessi".
“A questo punto, in questa condizione parlamentare, difendere il ddl Zan, rifiutando qualsiasi mediazione, significa perdere un appuntamento storico con i diritti. Il disegno di legge va sostenuto con equilibrio ed intelligenza, ammettendo qualche piccola modifica sui punti più controversi insieme a quei gruppi parlamentari che alla Camera hanno approvato la legge. Lo sottolineo: andare avanti con ostinazione con i numeri del Senato, vuol dire soltanto andare a sbattere. Un’ipotesi che il Pd non può accettare in alcun modo: per questo va rilanciata la proposta del collega Alessandro Alfieri”. È questo l’appello del senatore dem Andrea Marcucci.