Salvini tenta di tenersi a galla 'acquistando' parlamentari: "Ci saranno arrivi non solo dal centro-destra"

Si parla di adesioni da ex Forza Italia, ex renziani e si sussurra di dispetti incrociati in vista con Giorgia Meloni

Matteo Salvini

Matteo Salvini

globalist 22 settembre 2021

Con i comizi flop, il capo della Lega cerca di distogliere l’attenzione dai fallimenti dai contrasti del Carroccio.

Incassato l'addio di Francesca Donato, la pasionaria no vax, oramai ex eurodeputata della Lega, Matteo Salvini fa scattare le contromisure.

"Ci sono in arrivo alcuni parlamentari nel nostro gruppo, non tutti da gruppi di centrodestra", dice a Milano, in una conferenza stampa convocata dove si pensava volesse annunciare 'solo' l'adesione al Carroccio di due consiglieri regionali lombardi, eletti con Forza Italia.

Invece si parla di deputati e senatori. Su cui parte subito il toto-nomi: alla Camera, in partenza da Italia Viva, viene dato Francesco Scoma, deputato palermitano, eletto con Forza Italia e dallo scorso maggio passato con Matteo Renzi.

Con lui, restando a Montecitorio, rumors insistenti anche sul deputato friulano di Fdi, Walter Rizzetto.

Al Senato invece il nome più ricorrente per il cambio casacca, pronto ad indossare la camicia verde del Carroccio, è quello del senatore azzurro Luigi Vitali, presidente del Consiglio di Garanzia di Palazzo Madama, il 'tribunale d'appello' del Senato.