Salvini cavalca la demagogia: "Dico sì al generale Mori senatore a vita"

Il capo della Lega, forcaiolo verso stranieri e piccoli delinquenti ma garantista quando sotto accusa ci sono politici e ricchi, fa proprio la proposta del quotidiano Il Riformista che non sta in piedi

Salvini

Salvini

globalist 25 settembre 2021

Demagogia allo stato brado, anche se l’idea viene dagli ultra-garantisti del Riformista che non tengono conto di un dettaglio non trascurabile; se una condanna in primo grado non è una condanna definitiva, nemmeno una assoluzione in appello è una assoluzione definitiva visto che - se ci sarà il ricorso dell’accusa - la cosa dovrà essere discussa in Cassazione.
Ma dove c’è demagogia e propaganda Salvini c’è sempre.

"Il generale Mario Mori senatore a vita. Appoggio di cuore la proposta avanzata dal quotidiano Il Riformista. Anni e anni di accuse infondate, di calunnie e di sofferenza non potranno essere cancellati, ma l’onore e la riconoscenza al generale ed allArma tutta, da sempre in prima fila nella lotta (vera) alle mafie, devono essere tributati".