Buoni risultati dal vaccino anti-Covid cinese: anticorpi formati anche negli over 60

L'antidoto ha già superato la sperimentazione 1 e 2, come riporta la rivista scientifica The Lancet Infectious Diseases. Il test ha coinvolto 600 volontari dalla fine di aprile al 30 luglio 2020

La sperimentazione del vaccino cinese

La sperimentazione del vaccino cinese

Salute 17 ottobre 2020Salute
Buone notizie dalla Cina: il candidato vaccino cinese anti Covid-19 'BBIBP-CorV', ottenuto utilizzando l'intero virus SarsCov2 inattivato, è risultato sicuro ed ha dimostrato di indurre una risposta immunitaria nei volontari sani. L
o dimostrano i risultati preliminari della sperimentazione di fase 1-2 del vaccino pubblicati sulla rivista The Lancet Infectious Diseases. La sperimentazione, condotta in Cina dal 29 aprile al 30 luglio 2020, ha coinvolto oltre 600 volontari sani tra 18 e 80 anni di età. Lo studio ha evidenziato una risposta anticorpale in tutti i partecipanti entro il 42/mo giorno dopo la vaccinazione.
"La protezione degli anziani è un obiettivo chiave per un vaccino anti-Covid efficace poichè questo gruppo è a maggior rischio. E' quindi incoraggiante che questo vaccino induca risposte anche negli anziani over-60 e oltre", afferma Xiaoming Yang, uno degli autori dello studio. Gli anticorpi, secondo i risultati della ricerca, si sono formati in tutti i volontar. Gli over-60 hanno impiegato più tempo per sviluppare la risposta: 42 giorni contro i 28 giorni dei partecipanti nella fascia d'età 18-59 anni. Inoltre i livelli di anticorpi erano più bassi tra i 60-80enni rispetto ai più giovani. Ma d'altra parte è noto che i vaccini sono a volte meno efficaci proprio sui soggetti più anziani e questo perchè il sistema immunitario si indebolisce con l'età.