Il virologo placa le smanie di Renzi: "Riaprire le scuole? Prudenza che l'epidemia può ripartire"

Lo studioso dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco: "Dovremmo convivere con il fatto che pandemie come questa possono anche tornare, è accaduto con la Spagnola"

Il virologo Fabrizio Pregliasco, dell'università degli Studi di Milano

Il virologo Fabrizio Pregliasco, dell'università degli Studi di Milano

globalist 28 marzo 2020
Tutti vogliamo uscire da questo incubo. Però dobbiamo ricordarci che fino a quando non ci saranno cure valide e vaccini e fino a quando non si saranno creare condizioni di sicurezza sanitaria in qualsiasi momento può scoppiare un altro focolaio come a Codogno e si dovrà ricominciare da capo.
Quindi attenzione alla smania di chi vorrebbe cancellare tutto con un colpo di spugna perché il ritorno alla normalità sarà graduale.
"Pensare di riaprire le scuole è prematuro. E' giusto pensare al futuro ma serve molta attenzione. Dovremmo convivere con il fatto che pandemie come questa possono anche tornare, è accaduto con la Spagnola. Questo virus non ce lo toglieremo dai piedi velocemente, ma in questa fase è necessario agire per poter arginare la dimensione di morti che c'è stata in Lombardia".
Cosi il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco commenta le dichiarazioni di Mattero Renzi a 'L'Avvenire', il leader di Iv chiede di "riaprire l'Italia, le fabbriche prima di Pasqua e le scuole il 4 maggio".