Il virologo Crisanti: "Fare più tamponi è fondamentale per tornare alla vita normale"

Il professore spiega la sua ricetta: "L'obiettivo è di aumentare la capacità di fare tamponi per consentire a quante più persone possibile di uscire e lavorare"

Il virologo Andrea Crisanti

Il virologo Andrea Crisanti

globalist 17 aprile 2020

Siamo pronti a fare un passo avanti? La prossima fase "porta grandi sfide", perché "le persone vogliono tornare ad uscire, lavorare, svolgere attività importanti, e quindi venendo meno il distanziamento sociale i tamponi saranno ancora più importanti".

Lo afferma il virologo Andrea Crisanti, in conferenza stampa dall'Azienda ospedaliera di Padova.


"Dobbiamo avere una ricetta per bloccare i focolai e la ricetta passeraà necessariamente per la capacità di fare tamponi", prosegue Crisanti, ricordando la scommessa fatta con l'acquisto del macchinario olandese "da quasi mezzo milione di euro" che ha consentito di aumentare notevolmente la quantità di tamponi analizzati, "rivoluzionando la distribuzione dei reagenti", e che ora sarà forse affiancato da un secondo macchinario gemello, di cui la Regione sta trattando l'acquisto.
"L'obiettivo è di aumentare la capacità di fare tamponi per consentire a quante più persone possibile di tornare a fare una vita normale".