La responsabile del laboratorio di Wuhan: "Pura invenzione che la pandemia sia nata da noi"

Wang Yanyi è tornata sulla polemica scatenata da Trump e Mike Pompeo: "Nessuna conoscenza prima di allora né avevamo mai incontrato, ricercato o tenuto il virus"

Wang Yanyi responsabile del laboratorio di Wuhan

Wang Yanyi responsabile del laboratorio di Wuhan

globalist 24 maggio 2020

Una guerra psicologia a distanza che va avanti da mesi mentre i botta e risposta continuano: le affermazioni promosse dall'amministrazione Trump secondo cui la pandemia globale di coronavirus originata dall'Istituto di virologia di Wuhan nella città della Cina centrale sono una "pura invenzione", ha detto la direttora dell'istituto.

Wang Yanyi è stata citata dai media statali domenica sostenendo che l'istituto non aveva "nessuna conoscenza prima di allora né avevamo mai incontrato, ricercato o tenuto il virus ... Non sapevamo nemmeno dell'esistenza del virus, quindi come poteva essere trapelato dal nostro laboratorio quando non lo avevamo? "
Il presidente Donald Trump e il segretario di Stato Mike Pompeo hanno ripetutamente affermato di sospettare che il virus scoperto per la prima volta a Wuhan sia stato in qualche modo rilasciato dal laboratorio.
La maggior parte degli scienziati afferma che l'agente patogeno che ha infettato 5,3 milioni e ucciso più di 342.000, secondo un conteggio della Johns Hopkins University, è stato passato dai pipistrelli agli umani attraverso una specie intermedia probabilmente venduta in un mercato umido a Wuhan alla fine dello scorso anno.