Il virologo Silvestri sempre più ottimista: "Del temuto ritorno del Covid non c'è traccia"

Il docente alla Emory University di Atlanta, facendo il punto sulla situazione in Italia. "Siamo al cinquantunesimo giorno consecutivo in cui calano i ricoveri in terapia intensiva"

Guido Silvestri

Guido Silvestri

globalist 25 maggio 2020

Lui è ottimista e non lo nasconde: "Siamo ormai al giorno ventuno dalla riapertura del 4 maggio, e del tanto temuto ritorno del virus neanche l'ombra".


Lo sottolinea il virologo Guido Silvestri, docente alla Emory University di Atlanta, facendo il punto sulla situazione Covid in Italia.


"La ritirata continua - scrive Silvestri su Fb - Siamo al cinquantunesimo giorno consecutivo in cui calano i ricoveri in terapia intensiva per Covid-19 in Italia, da 572 a 553, quindi di altre 19 unità, e siamo ormai al 13,6% del picco. Scende anche il numero dei ricoveri ospedalieri, da 8.695 a 8.613, e dei casi attivi, da 57.752 a 56.595, quindi di altre 1.157 unità".