L'Oms frena gli entusiasmi: "I vaccini non saranno pronti per frenare la seconda ondata Covid"

L'avvertimento del direttore dell'Organizzazione mondiale della Sanità per le emergenze, Michael Ryan: "Mancano ancora 4-6 mesi prima di avere significativi livelli di vaccinazione in corso ovunque"

Mike Ryan

Mike Ryan

globalist 18 novembre 2020

No al terrore ma anche alcuni entusiasmi sono ingiustificati e bisogna fare un bagno di realtà: il direttore dell'Organizzazione mondiale della Sanità per le emergenze, Michael Ryan ha avvertito che i vaccini non saranno pronti e disponibili in tempo per contrastare la seconda ondata della pandemia di coronavirus.

Mentre Pfizer annuncia di aver completato lo studio sul suo vaccino sperimentale con il 95% di efficacia e Moderna di avere un suo candidato con il 94,5%, Ryan ammonisce che i vaccini non devono essere considerati "unicorni", soluzioni magiche, e i Paesi che stanno attraversando questa ripresa dei contagi dovranno nuovamente "scalare la montagna" senza queste cure.
"Mancano ancora 4-6 mesi prima di avere significativi livelli di vaccinazione in corso ovunque", ha detto. "Molti Paesi stanno attraversando la seconda ondata e lo stanno facendo senza vaccini", ha aggiunto.