L'allarme dell'Oms: "Terza ondata Covid in Europa se i governi non si organizzano"

Il messaggio di David Nabarro: "Non hanno costruito le infrastrutture necessarie durante i mesi estivi"

David Nabarro

David Nabarro

globalist 22 novembre 2020

Il vecchio continente sta vivendo un periodo difficile a causa della seconda ondata, ma nin sarebbe finita qui.


L'Europa rischia una terza ondata di contagi da coronavirus all'inizio del 2021 se i governi non si organizzeranno per impedire quanto successo in autunno con la seconda ondata: questo è l'allarme lanciato dall'inviato speciale dell'Oms per il Covid-19, David Nabarro, in un'intervista ad alcuni giornali svizzeri.


"Non hanno costruito le infrastrutture necessarie durante i mesi estivi - ha denunciato - dopo aver messo sotto controllo la prima ondata. Adesso abbiamo la seconda, se non costruiranno le infrastrutture necessarie avremo una terza ondata all'inizio del prossimo anno".