Sileri: "Metterei l'obbligo di vaccino anti-Covid per gli operatori sanitari ma..."

Il viceministro alla Salute: "Suggerirei però di aspettare e vedere le percentuali di adesione, che sembrano finora essere alte". 

Sileri

Sileri

globalist 14 gennaio 2021
Obbligatorietà sì o no? Al momento è inutile parlare di obbligo per il vaccino anti-Covid in quanto, al momento, non abbiamo vaccini a sufficienza. Premesso che ritengo assurdo che qualsiasi persona che lavori a contatto con il pubblico non voglia vaccinarsi, una qualche forma d'obbligo per il personale sanitario la metterei. Suggerirei però di aspettare e vedere le percentuali di adesione, che sembrano finora essere alte". 
Lo ha detto il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervistato a 'Dritto e Rovescio’.
Quanto alle forniture di vaccini, Sileri ha ribadito che al momento "avendo solo due vaccini approvati, non abbiamo a disposizione dosi sufficienti. La vera differenza - ha affermato - la farà l'autorizzazione del vaccino Astrazeneca, perché - ricorda - se venisse approvata il 29 gennaio, avremo 40 milioni di dosi da distribuire, cioè 20 milioni di persone da poter vaccinare, e allora la situazione cambierà radicalmente, alla luce anche degli altri vaccini che arriveranno".