Lo studioso attacca Trump (e i no mask): "Il rifiuto delle mascherine è costato migliaia di morti"

Le dure dichiarazioni del direttore del National Institutes of Health, Istituto nazionale di salute Usa: "Le prove che indossare mascherine avrebbe ridotto la trasmissione della malattia c'erano da tempo

Il direttore del National Institutes of Health Francis Collins

Il direttore del National Institutes of Health Francis Collins

globalist 22 febbraio 2021
Una accusa senza se e senza ma con il mondo no mask e negazionista in genere: il direttore del National Institutes of Health - Istituto nazionale di salute -, Francis Collins, ha dichiarato in un'intervista ad Axios che le critiche espresse dall'ex presidente Donald Trump e da altri repubblicani sull'indossare la maschera durante la pandemia da coronavirus potrebbero essere costate decine di migliaia di vite.
"Le prove erano piuttosto convincenti già lo scorso marzo e aprile che indossare maschere conformi avrebbe ridotto la trasmissione di questa malattia", ha detto Collins. "Eppure, la varietà di messaggi trasmessi, la varietà di fonti, sull'indossare la maschera sono diventate una dichiarazione di appartenenza ad un partito politico o un'invasione della tua libertà personale". 
Il direttore dell’isitituto di sanità ha aggiunto che il commento dei politici sugli avvisi scientifici forniti dai funzionari sanitari "non avevano niente a che fare con la realtà", anzi sono diventati un gioco "pericoloso" e "penso che si potrebbe sostenere che decine di migliaia di persone siano morte come risultato", ha aggiunto Collins.
Trump ha minimizzato l'efficacia delle mascherine durante i primi mesi della pandemia, così come molti membri repubblicani del Congresso.