Gp Giappone, pole per Valentino Rossi: "Che soddisfazione"

Il Dottore, riuscito a strappare la pole position negli ultimi secondi delle qualifiche, partirà davanti a Marquez e Lorenzo.

Valentino Rossi

Valentino Rossi

globalist 15 ottobre 2016

Valentino Rossi partirà domani davanti a tutti nel Gp del Giappone, nella classe regina della MotoGp. Il campione italiano con la sua Yamaha ha ottenuto la pole position con il tempo di 1'43"954 davanti alla Honda del leader della classifica Marc Marquez (staccato di 0.180 millesimi) e l'altra Yamaha ufficiale di Jorge Lorenzo (+0.267). Quarto tempo per la Ducati di Andrea Dovizioso, staccato di 340 millesimi dal primo.

Per il Dottore quella di oggi è la terza pole in stagione e la 64esima in carriera. Valentino Rossi ha strappato il miglior tempo un po' a sorpresa, nei secondi finali della Q2. Il turno era stato infatti dominato da Marquez che con il tempo di 1'44"134 sembrava destinato a conquistare il primo posto in griglia. Lo spagnolo della Honda è comunque apparso in formissima, facendo meglio di tutti sia nella FP3 che nella FP4. Ottima qualifica anche per Lorenzo, terzo nonostante la brutta caduta in FP3, quando la sua Yamaha ha perso il posteriore sbalzandolo in aria. Il maiorchino è stato portato in ospedale perché si temeva una lesione alla caviglia sinistra. Gli accertamenti l'hanno scongiurata e Lorenzo è tornato al circuito, non sfigurando con l'aiuto degli antidolorifici.

"Sono contento per la terza pole dell'anno. L'ultima - ha detto Rossi alla fine delle qualifiche - risaliva al Mugello e quindi era un po' lontana. Domani? Mi piacerebbe molto lottare per la vittoria, anche se penso che in gara Marquez e Lorenzo siano un paio di decimi più veloci di me".

"Venerdì avevo un po' tribolato e non ero molto ottimista. Solo oggi abbiamo fatto davvero passi avanti - ha spiegato Rossi - Nella FP4 abbiamo compiuto due-tre scelte giuste, apportando delle modifiche importanti al setting. E' migliorato il bilanciamento della moto, più efficace in frenata e abbastanza veloce nel misto. Vediamo che passo riesco a tenere domani".

"La pole è sempre bella, ma questa di più. Anche perché arrivo anche io a 64 in carriera, come Marquez e Lorenzo - ha sottolineato - Questa sfida è incredibile, che tre piloti siano pari nello stesso momento". Infine il Dottore ha aggiunto: "Per capire il passo gara bisogna guardare l'FP4, ci sono anche Dovizioso e Crutchlow che sono abbastanza veloci. Ma io, Marquez e Lorenzo abbiamo qualcosa in più. Ho messo pressione su Marquez? Magari... L'importante è la gara domani, mi piacerebbe molto lottare per la vittoria".