Valentino Rossi: botta dolorosa ma sto meglio. Ok dei medici per il Mugello

Nonostante la caduta Valentino Rossi correrà il Gran Premio d'Italia, in programma questo weekend sul circuito del Mugello.

Valentino Rossi

Valentino Rossi

Desk2 1 giugno 2017

Valentino Rossi è stato "dichiarato idoneo" a gareggiare sul circuito toscano, come comunica la Yamaha in una nota sul proprio sito ufficiale. La partecipazione di Rossi era stata messa in dubbio a causa dell'incidente avvenuto nella scorsa settimana mentre il 'Dottore', che ha riportato un trauma toracico e addominale, si stava allenando su una pista di motocross a Cavallara nel pesarese.

Le sue parole. "Ora sto abbastanza bene, ma l'ho vista scura."Ora sto abbastanza bene ma l'ho vista molto scura perché è stata una bella botta, molto dolorosa, i giorni seguenti non stavo molto bene, facevo fatica a muovermi. Ero abbastanza pessimista ma da lunedì ho cominciato a migliorare". Parla così della caduta che rischia di condizionarlo nel Gp d'Italia in programma nel weekend sull'Autodromo del Mugello il 9 volte iridato Valentino Rossi ospite dei microfoni di Sky Sport. "Ho dato una bella botta. Siamo andati a girare a Cavallara, una pista amica dove vado spesso per le moto cross -prosegue il pilota della Yamaha-. In un salto in discesa sono saltato troppo a sinistra atterrando un metro fuori dalla pista, il terreno non era pressato e la moto si è piantata e mi sono ribaltato in avanti. Ho dato una bella botta, molto dolorosa". "Ora c'è da capire se i vari acciacchi che ho dove ho dato la botta forte mi danno fastidio nel guidare, però ho provato a casa a girare e mi sento bene -conclude Rossi-. Poi c'è la respirazione, se riuscirò a respirare bene quando andrò in affanno, respirare forte mi fa ancora male. L'interrogativo è sulla tenuta". Rossi passa poi a parlare della corsa mondiale con il compagno di scuderia Vinales che si è staccato dopo la caduta del 'Dottore' a Le Mans. "Vinales è in testa al mondiale ed è il più in forma, è quello che ha più voglia di vincere, sembra essere anche più forte di Lorenzo". "Spero sia un mondiale pieno di ribaltoni -prosegue il campione di Tavullia-. L'unico che vedo possa fare la differenza è Vinales. Marquez? A Jerez è andato bene, me lo aspetto competitivo qui al Mugello e a Barcellona". Alla vigilia del Gp d'Italia, ROSSI parla poi del feeling con la nuova moto. "E' un rapporto difficile fin dall'inizio. I test invernali sono stati difficilissimi, a Le Mans è stata la volta che sono riuscito a guidarla meglio ma adesso c'è da vedere qui se le sensazioni saranno le stesse".