Roma, la rivincita contro il Liverpool può attendere: Reds in finale

Una partita generosa non basta ai giallorossi per ribaltare il risultato dell'andata. Inutile la vittoria per 4-2

Tifosi del Liverpool

Tifosi del Liverpool

globalist 2 maggio 2018

Il miracolo non c'è stato: la Roma è stata eliminata dal Liverpool nella semifinale di Champion's League.
La vittoria per 4-2 non basta.
Alla Roma non riesce la seconda impresa: i giallorossi battono 4-2 il Liverpool all'Olimpico nel ritorno della semifinale di Champions, ma sono i Reds a qualificarsi per la finalissima di Kiev.
All'andata, ad Anfield, il Liverpool si era imposto 5-2 e ora il 26 maggio sfiderà il Real.

L'Olimpico applaude i giallorossi
Lo stadio Olimpico a fine partita si alza però in piedi ad applaudire la squadra allenata da Di Francesco, protagonista comunque di una campagna europea che sulla sponda giallorossa del Tevere mancava da oltre 30 anni. Dopo il fischio finale la squadra, con diversi giocatori in lacrime, è andata sotto al Curva Sud per ringraziare i tifosi e il sostegno ricevuto in campo

Fazio: non ci hanno dato due rigori clamorosi

 "Dobbiamo dare continuità nei prossimi anni, dobbiamo pensare all'anno prossimo e imparare dai nostri errori. Questo deve essere l'inizio, dobbiamo continuare in questo modo". Così Federico Fazio dopo l'inutile vittoria della Rima sul Liverpool che manda i Reds in finale di Champions. "Peccato, anche per i due rigori clamorosi che non ci hanno dato - lamenta l'argentino - e anche per i soli tre minuti di recupero. Ma dobbiamo pensare positivo, prendere tutto il buono che abbiamo fatto. Dobbiamo alzare la testa e continuare"

Kloop: dedichiamo questa finale a Sean Cox

''Al 100% dedichiamo questa finale a Sean Cox che sta lottando per qualcosa molto più importante di una partita di calcio''. Il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, dedica la conquista dell'ultimo atto della Champions a Kiev al tifoso del Liverpool rimasto gravemente ferito negli scontri ad Anfield prima del match di andata contro la Roma. ''La dedichiamo a lui - aggiunge l'allenatore dei Reds - Non siamo stati freddi abbastanza, loro sono stati aggressivi e volitivi. Noi non abbiamo gestito benissimo quella fase ma faccio i complimenti ai ragazzi perché la Roma è fortissima. Il Real Madrid in finale? Non importa chi ci sia dall'altra parte. Andremo a Kiev dove dovremo giocare meglio di questa sera. Siamo felici di essere in finale".