La RunningFest di Trieste che era vietata agli atleti africani è stata vinta dal ruandese Noel Hitimana

La maratona delle polemiche alla fine ha avuto luogo e tutti i primi posti sono stati vinti da atleti di origine africana

Noel Hitimana

Noel Hitimana

globalist 5 maggio 2019
La RunningFest di Trieste, che nelle scorse settimane aveva provocato parecchie polemiche per la decisione - subito ritrattata - del suo organizzatore, Fabio Carini, di vietare l'ingaggio ad atleti africani per, a suo dire, protestare contro un sistema di sfruttamento degli atleti, è stata vinta da un atleta africano: è il ruandese Noel Hitimana, che ha tagliato il traguardo dopo 21 chilometri in 1.03.28. 
Secondo posto a Najibe Salami, terzo al keniota Joel Melly. Tra le donne, vince l'atleta kazaka Vohla Mazuronak, seconda Cavaline Nahimana, del Burundi, e terza Laika Soufyane, italiana. 
Carini si è limitato a commentare che "questa giornata rimarrà indimenticabile per me e per coloro che l'hanno vissuta da protagonisti". Ma fino a una settimana fa, Carini era al centro di una bufera mediatica per la sua decisione, che era stata annunciata nel corso di una conferenza stampa alla presenza di alcuni esponenti leghisti molto vicini a Matteo Salvini.