Il virologo tedesco: "In Germania non si potrà giocare a calcio per tutto il 2020"

Parla Jonas Schmidt-Chanasit, specialista del Bernhard Nocht Institute di Medicina Tropicale di Amburgo. La German Soccer League ha sospeso le partite di prima e seconda divisione almeno fino al 2 aprile

Calcio tedesco

Calcio tedesco

globalist 20 marzo 2020
Jonas Schmidt-Chanasit, virologo tedesco, ha stimato che a causa della pandemia da Coronavirus quest'anno in Germania non si giocherà più a calcio: "ono fermamente convinto che si potrà giocare ad alto livello di nuovo solo l'anno prossimo", ha dichiarato lo specialista del Bernhard Nocht Institute di Medicina Tropicale di Amburgo in un programma sul canale televisivo tedesco NDR.
La German Soccer League (DFL) ha temporaneamente sospeso le partite di prima e seconda divisione almeno fino al 2 aprile. In ogni caso, si stima che la stagione possa riprendere a maggio e con partite senza spettatori. "Penso che non sia realistico che la stagione possa essere conclusa", ha dichiarato Schmidt-Chanasit. "Possiamo vedere com'è la situazione in Europa e cosa abbiamo ancora davanti a noi", ha affermato.
Sebbene si preveda che la Germania non sarà colpita come l'Italia e che con le misure attuate "il numero di casi sarà mantenuto a un livello che la Germania può tollerare e che possiamo trattare in unità di terapia intensiva", il virologo ha avvertito che questo non significa in alcun modo che il calcio possa riprendere di nuovo. "Ciò implicherebbe che sia nuovamente provocato un chiaro peggioramento della situazione", ha avvertito Schmidt-Chanasit, spiegando che il calcio dovrebbe tornare alla fine di questa situazione "perché ha una forte influenza sulla dinamica di questa diffusione".