Propaganda pro-Bolsonaro nel corso di una partita di calcio, gli oppositori: "Siamo in Brasile o in Corea del Nord?"

Il commentatore di TV Brasil, parlando a nome della direzione del canale, ha rivolto un "abbraccio speciale" al capo di Stato Jair Bolsonaro.

Bolsonaro

Bolsonaro

globalist 14 ottobre 2020
Nel corso del primo tempo di una partita di calcio brasiliano, il commentatore di TV Brasil, parlando a nome della direzione del canale, ha rivolto un "abbraccio speciale" al capo di Stato Jair Bolsonaro. A metà tempo, gli spettatori hanno visto una notizia flash che evidenziava le azioni del governo, incluso un discorso del controverso ministro dell'Ambiente Ricardo Salles sulla lotta contro gli incendi boschivi nel Pantanal. Gli oppositori del presidente hanno denunciato quella che chiamano 'propaganda filogovernativa'. 
"La partita della Seleçao va in onda su un canale pubblico. Il commentatore abbraccia il presidente. A metà tempo, notizie dal governo. No, non sei in Corea del Nord, ma in Brasile ", ha reagito su Twitter Kim Kataguiri, deputato del partito di destra DEM. Nella sua colonna sul sito di notizie della UOL, il giornalista sportivo Rodrigo Mattos ha affermato che la trasmissione della partita Perù-Brasile era stata "uno strumento di propaganda del governo Bolsonaro".
La programmazione di questa partita di qualificazione sudamericana per i Mondiali 2022 su TV Brasil è stata annunciata solo un'ora prima del calcio d'inizio. Inizialmente, doveva essere trasmesso solo su una piattaforma online a pagamento. Tv Globo, il più grande canale privato del Paese, abituato a trasmettere tutte le partite della nazionale, aveva rinunciato ad acquisire i diritti di trasmissione richiesti dalla Federcalcio peruviana (FPF), ritenuti esorbitanti.Secondo i media brasiliani, la Confederazione calcistica brasiliana (CBF) ha poi fatto pressione perché i diritti venissero trasferiti gratuitamente a TV Brasil, in modo che la partita potesse essere vista da un maggior numero di persone.