Morta Valeria Valeri, attrice di teatro e tv e moglie di Salerno

Presente in serie come “Gianburrasca” e “Un medico in famiglia”, aveva condiviso percorsi d’arte e di vita con Enrico Maria Salerno

Valeria Valeri nella serie tv Il commissario Manara

Valeria Valeri nella serie tv Il commissario Manara

A 97 anni si è spenta a Roma Valeria Valeri, attrice teatrale, volto televisivo come mamma di Gian Burrasca e nella serie “Un medico in famiglia”. Era stata la moglie di Enrico Maria Salerno. La figlia Chiara ha fatto sapere della scomparsa dell’artista.

Valeria Valeri andò in scena fin dagli anni ’40 soprattutto come attrice brillante, ma recitava tanto nelle commedie come nei drammi. Oltre che con Paolo Ferrari l’attrice, nata l’8 dicembre 1921 (Tulli il suo cognome) ha recitato insieme ad attori come Gino Cervi e Andreina Pagnani. Entrò nella Compagnia del Teatro Stabile di Genova interpretando autori come di Giraudoux, Cechov, Dostoevskij.

Il suo legame con Enrico Maria Salerno risale agli inizi degli anni ’60. Fu un legame affettivo e anche artistico: entrambi erano nella popolare serie tv La famiglia Benvenuti. Recitò nella serie tv di Gianburrasca con Rita Pavone e diretta da Lina Wertmueller, in Disperatamente Giulia dal romanzo di Sveva Casati Modignani, diretto da Enrico Maria Salerno, nella serie Compagni di scuola, in Un medico in famiglia con Lino Banfi, Milena Vukotic e Camillo Milli. Ha lavorato molto anche come doppiatrice per il cinema.

I funerali si tengono il 12 giugno, alle 11,30 alla Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo a Roma.